圍棋 Wéiqì     (Cinese)

바둑 Baduk    (Coreano)

囲碁 IGo    (Giapponese)

4200 anni fa l’imperatore cinese Yao chiese al suo consigliere Shun, di creare per suo figlio Danzhu, un gioco che insegnasse la disciplina, la concentrazione e l’equilibrio. 
Così si narra nacque il Wéiqì.
 
 Concentrazione
 Equilibrio
 Disciplina mentale
 Strategia
 Creatività

Prossimi appuntamenti in sede:


10/05/2013 : il GO


iscriviti al gruppo su facebook

GO è il nome giapponese dell’antico gioco cinese Wèiqì, conosciuto anche in Corea come Baduk. Due giocatori si contendono il controllo del mondo, rappresentato da una tavoletta sulla quale sono incise righe orizzontali e verticali.    

  Collocando pietre nere o bianche sulle intersezioni, conquistano territori, fanno invasioni e combattono battaglie. Il GO è un gioco di strategia e creatività; basato su semplici regole, permette lo sviluppo di logiche straordinariamente complesse. 


L’origine del gioco

    A parte la leggenda, si fa risalire l’origine del gioco all’uso dei generali di studiare le mosse delle battaglie disponendo pietre colorate.

    Diffusosi in Cina tra i letterati ed i funzionari, come raffinato esercizio intellettuale, segue l’espansione dell’influenza culturale cinese in Asia: in Corea, dove prende il nome di Baduk ed  ed in Giappone nel VIII secolo, col nome di Go.


Le regole

    Sul GOBAN (la tavola del gioco) sono incise 19 righe orizzontali e 19 verticali. Ogni giocatore ha a disposizione delle pietre, per uno bianche  e per l’altro nere. A turno, cominciando da chi ha il colore nero, collocano, una pietra alla volta, sui punto di intersezione delle righe (libero) che desiderano.

    Le pietre, una volta posizionate potranno essere rimosse solo se catturate.

    Una pietra o un gruppo di pietre sono considerate catturate se perdono il loro grado di libertà, ovvero se sono completamente circondate da pietre del colore avverso senza alcuno spazio libero.                       

    Scopo del gioco è conquistare più territorio dell’avversario. Per territorio conquistato si intende quello libero racchiuso dalle pietre del proprio colore. Nel conteggio finale vengono comprese anche le pietre catturate all’avversario.


La Filosofia

    Applicando poche semplici regole, il gioco si sviluppa su piani di complessità crescente.

    I giocatori utilizzano le loro capacità tecniche, tattiche, strategiche e la loro filosofia di gioco in un susseguirsi di scontri, invasioni, accerchiamenti ritirate.

    Vincitore sarà  chi ha saputo gestire il confronto con maggiore equilibrio e creatività.


Un’arte marziale

    Il Go è considerato un’arte marziale. Il sistema di classificazione dell’abilità dei giocatori utilizza gradi divisi in dan e kyu.

BRIXIA GO


Responsabile:    Cesare

   

Istruttori:             Claudiu

                           Xavier


c/o Aikido Brescia Club

      via Cappellini,4

      Brescia

      email: go AT xplab.net

      gruppo su facebook

ISCRIZIONE LIBERA

Attività:

corsi introduttivi, incontri tra praticanti.

BRIXIA Go Wèiqì Baduk CLUB - Brescia - ITALY - Sponsored by XPLAB Research in Automation

© 2012 XPLAB - Research in Automation  -  Brescia - ITALY - 03259580177

La strategia della Cina, sia commerciale, sia politica può essere compresa solo se si conosce il Wèiqi (GO) il gioco che i cinesi praticano da 4000 anni.

BRIXIA GO Club ha come scopo la diffusione della conoscenza e della pratica di questo bellissimo gioco.

Notizie

Il 31 marzo ed il primo aprile 2012 abbiamo partecipato all’evento “il Giappone nel Chiostro” un ringraziamento a tutti quelli che ci hanno visitato.

Eventi Nazionali ed Internazionali


Impara a giocarlo in 15 minuti

Partecipa al nostro prossimo incontro !